– Su di una conchiglia –

Scelse di scriverlo su di una conchiglia , avendo raccolto quello scritto, dopo centinaia di sensazioni, in quel mare che lo abitava .

La sabbia lo avrebbe dissolto, le parole se lo sarebbero portato via , il vento l’avrebbe vaporizzato , l’acqua lo avrebbe diluito .

Solo una conchiglia poteva custodirlo e proteggerlo .

Nell’assonanza di ciò che diceva , rimbombava quel tumulto ; doveva assolutamente essere affisso su una parete ; un guscio era il muro ideale .

Calpestava tutto il resto , pure ogni lacrima , ed ovunque emergevano contrasti di respiri fatti di carne .

Adagio lasciò che quelle due parole arrivassero a destinazione , come una lettera che và al suo mittente .

Doveva farlo così , rischiando ogni cosa che , in fondo , i suoi occhi avevano già espresso .

Due parole sospese , ma vere , incomprensibilmente accadute , così , in quel modo , ed in quel luogo , dove tutto sembrava essere sola fantastica magia .

Di fronte a questo non rimaneva altro che pensare ed assecondare ogni sua lacrima .

Di fronte a lei non rimaneva altro che quell’immenso , racchiuso in una conchiglia .

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria