– Nudi –

Opera di Christian Schloe

C’è quel senso d’impotenza

che fa rimanere seduti, in silenzio,

a guardare un terreno non fermo

con la paura di sprofondare

dentro il nostro stesso fogliame.

C’è che ci si sente nudi

senza alcuna protezione,

senza considerazione dei nostri occhi.

Chissà cosa stanno guardando gli occhi di chi amiamo,

chissà cosa stanno sfiorando le mani di chi amiamo.

E tra un silenzio ed un altro

c’è l’odore di questa terra bagnata

ed il chiarore della luna che preme

in parte al suo sole.

S’invidia la luna,

lei il suo sole lo ha sempre, seppur lontano, lo ha sempre.

E tra un vuoto ed un altro

sono finite le urla,

gli unici suoni esistenti sono diventati i ricordi.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

6 replies