– Chiederò al cielo di rapirmi –

Sogni (Christian Schloe)

Bisogna catturare ogni istante di te, di me, di noi

affinchè non sfugga e non si dissolva tra quei ricordi capaci di farci vivere pur in mezzo alla morte.

Maestosi cenni chiesti dal profondo dell’anima; scalpita irrequieta.

Diventa innocente ogni lamento, ogni urla gettate lì, tra le profondità di un cielo che può guardarci ogni qualvolta lo voglia.

Beato il cielo che può farlo, beate le stelle che possono dar luce ai tuoi occhi, beata la luna che può cullarti nel suo candore, beata ogni cosa immensa che può avvolgerti.

Sotto il mio cielo persino la pioggia non cade più

arida terra, piante secche, mancanza d’ossigeno.

Eppure in questa sera chiedo al mio cielo di stringere il tuo e di rapirmi, sì

Chissà che dall’alto possa sentirmi meno sola, più osservata, meno scontata, più desiderata.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

5 replies