– Immenso –

I miei capelli s’attorcigliavano tra le dita, i ricordi li facevano roteare così velocemente.

Davanti a quel sole; mi stava salutando pure lui, mi stava scaldando con i suoi ultimi raggi.

Ma, in fondo, trovavo la cura, a quel l’imminente buio, nel rivivere tra le onde i nostri sorrisi, rimasti lì, a specchiarsi nell’acqua.

Rimasti lì, ancora a guardarsi ed a prendersi un po in giro, isolati da tutto, al centro del mondo.

Fissavo quel gabbiano che fino a prima indicavamo con le nostra dita, incrociate, una sopra l’altra.

Abbassavo gli occhi e poi, poi la sabbia scriveva da sola con le sue conchiglie il nome di tutti i nostri abbracci.

Quei tipi di abbracci che rappresentano l’intero oltre che c’è e che si vive.

Ecco, proprio così, sospirando al mare, ti ho pensato, ed ancora ora penso a come è uguale all’amore che c’è, immenso. 

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

2 replies