Giorno: 28 Mag 2018

– Solo se mi vuoi –

E se appoggiasi la mia mano sulla tua? Non quella sana, l’altra; quella che sanguina ancora in tutti i suoi dolori e sensi di colpa. Vedere aprire la tua, per sostenere quelle fasce rimaste appese, sarebbe tutto ciò che ho sempre desiderato e che mai ho avuto. Solo se mi vuoi, […]

– La violenza che non si vede –

C’è un tipo di violenza che lascia i segni, un’altra ancora dove i segni siedono all’intero, invisibili da tutti. Ma, gli occhi parlano, loro lo fanno sempre, e quando sono i suoi a farlo, bisogna munirsi di coraggio. Lei le sue cicatrici le cura anno dopo anno, invano; sì, perché […]

– Dove si erano sparse cose belle –

Perchè, dove ci sei tu c’è anche l’amore e, dove ci sono pure io, c’è il battito dello stesso. Perchè, dove c’è la tua presenza c’è la mia aria e, dove ci sono pure io, c’è il respiro della stessa. Le parole scorrono, come i silenzi, ma tu, tu rimani […]

– Vallo a spiegare –

Quando chi ha contribuito alla tua esistenza non ti vuole, tu come fai a volerti?  Certo, si può amare, sì, costantemente con la paura di rimanere soli, e vallo a spiegare che il presente c’entra solo apparentemente. Vallo a spiegare il tuo bisogno di amare ed il tuo modo esagerato […]

– Anche i gatti piangono –

Mi trovo spesso a specchiarmi nei suoi occhi, ed ogni volta noto il suo grande bisogno d’affetto. La sua zampa, intimorita a volte dalla paura di cadere, che cerca un mio contatto, anche laddove nota una certa distanza. Non può versare lacrime ma piange. Piange quando si sente solo, piange […]