– Sopra(v)vivere –

IMG.Dal Web

Non è il colore a far bello un tramonto, ma il sapore di tutte quelle cose ricevute e che si hanno addosso mentre lo si guarda.

Un’intera giornata, chiusa nei suoi perché, che finalmente si libera prendendo il volo verso un sole che non brucia più, ma che scalda.

Un effimero movimento che prende coraggio, seppur in mezzo ad un pianto.

Non c’è spazio migliore, per un’anima stanca, nel corso delle ore, di quei minuti addormentati in mezzo a tanta pesantezza.

Pesantezza che sprofonda sopra quei bisogni urlati, di carezze, che non riescono più a farsi sentire.

Un tramonto segna la fine di un giorno, fine che spesso si ambisce già dall’alba; dal momento in cui gli occhi si svegliano e sentono l’affanno dei loro piedi, nel dover camminare ancora, ed ancora.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

5 replies