– Mara, fammi forte come te –

Questa ultima lacrima la voglio far arrivare a te, a dove sei tu ora.

Non si può sempre vincere nella vita, ma l’importante è lottare, e tu, tu sei l’esempio migliore che potessi mai vivere col cuore e vedere con i miei occhi.

In fondo, cos’è la morte? È la mancanza che hai lasciato di te, te che fino all’ultimo respiro hai sorriso, tenace, caparbia, sfinita, lo facevi per chi ti amava.

Fin dal primo momento avrai pensato alle nostre lacrime, al vuoto che si sarebbe sentito, a ciò che lasciavi.

Tu ti sei fatta forte per tutti e per tutta una vita.

Tu, non lottavi per te.

Tu amavi chi ti amava a tal punto di preoccuparti solo ed esclusivamente dei loro sentimenti e non del tuo dolore.

Ma quanto sei stata forte? Ridevi, ballavi seppur stesa con i piedi, si capiva che era vicina la tua stanza, ne usciva la musica di Ligabue e Caparezza.

Non ti dirò “ora riposa” , perché sono certa che tu stai lottando anche ora, per trovare un modo di veder sorridere chi ora piange.

Ti dico solo “grazie” , perché mi hai fatto capire dove sta la vera forza, nell’amore che si prova.

Già lo avevo intuito, ma standoti accanto, in tutto questo, l’ho sigillato nel cuore.

Io so, che sei ancora qui.

“Parole di una nipote”

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

5 replies

  1. Tu che congedi gesti e parole belle a tutti/e,ebbene regalati un “Grazie”per cio’che sei e fai incondizionatamante.

    "Mi piace"