– Oltre la mia difesa –

IMG. Dal Web

Ho voluto creare una bolla per proteggermi, sì, da questo mondo che a volte vuole bruciarti e da tutti quei tappeti di rose che la gente ti stende davanti, rivelatisi poi inodori e solo pieni di spine.

Ho voluto starmene lontana da ogni tipo di male, a volte ottenendo solo il peggio in me stessa, nonostante questo.

Poi, è arrivato l’ago dell’amore.

Questa volta non per pungermi, non per farmi del male, ma esclusivamente per farmi capire che potevo vivere, sì, anche al di fuori di ogni mia fortezza alzata.

Si è avvicinato alla mia bolla ed il suo aspetto cambiò, altro non era che un morbido dito di una grande mano.

Lì, in quel momento, mi avvicinai io stessa, e sbattendogli addosso ho deciso di fargli toccare la mia anima, ecco che la bolla scoppiò.

Nessuna difesa, nessuna protezione, ho scelto di riporre il mio cuore in tutto ciò che quella mano mi dava; a volte soffice e dolce, altre testarda e dura, ma, era il miracolo al quale io non credevo più.

Sì, credevo d’esser condannata ad una vita anonima, invece ora mi ritrovo a far da protagonista in questo spettacolo diretto dall’amore.

La mano ne è la regista.

Ho cominciato non a recitare i sorrisi, ma a viverli dentro.

Ho iniziato a dare fiducia alla vita, non solo a parole, non solo per mostrarmi forte.

Ho iniziato a vivere d’amore, e non ho alcuna intenzione di smettere di farlo.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

5 replies