– Intanto rimango –

Voleva cadere, la pioggia. Disposta a tutto pur di svuotarsi dalle nuvole. Il vento non tace più, sembra usare ogni cosa che trova al suo passaggio come strumento per comunicare. Parole a tratti confuse, non conosce alfabeto l’amore. Si zittisce per una spina di rosa, non smettendo di inebriarsi del suo rosso profumo.

Voleva annegare, la pioggia. Tenace almeno lei, nella sua discesa tempestiva. Il sole non c’è, eppure la temperatura fa mancare il respiro, proprio come una pena d’amore. L’area del cuore sembra premersi da sé stessa, e rimbomba il suono delle gocce che pungono l’ombrello. <a cosa serve l’ombrello se non si può condividere?>, l’amore senza condivisione è a metà.

Voleva affondare, la pioggia. Le macchine trascinano via dalla strada ogni pianto caduto dal cielo. I cartelli stradali si piegano per evitare inutili soccorsi. Vedo, una ineducata malinconia. Sento, il battito delle mani, invitati ad un matrimonio che urlano <sposa bagnata, sposa fortunata>. Non sanno che non esiste fortuna in amore, solo coraggio e voglia di amare.

Voleva cantare, la pioggia. Ho chiuso gli occhi e le ho detto <fallo per me>. Non mi ha dato ascolto, ha preferito andarsene dai miei occhi, lasciandoli soli. Senso di inadeguatezza che mi batte alle spalle ed io, rimango inerme, aspettando di poter alzare i miei piedi dal bagnato e poter camminare sull’asciutto del mio cuore.

Forse, ne vale la pena aspettare. Allora, aspetto. Perché è l’unica cosa che oggi, alle 16:18 minuti mi riesce meglio fare. Intanto rimango.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

4 replies

  1. un talento letterario, parole che scivolano come piume su specchi d’anima, dove tutto prende vita, forma, inconsistenze di ricordi osservate come pozzanghere ai lati di un pensiero. Un battito d’ali arreso alla poesia di un canto d’amore, ancestrale e puro, dolce e romantico.
    Complimenti di cuore per lo scritto!

    "Mi piace"