– Nemmeno la musica –

Nemmeno la musica si vuole più ascoltare. Quella romantica porta ricordi che non si possono rivivere, quella triste fa piangere, quella allegra fa rabbia, quella assordante si spegne da sola. Esiste solo quella famosa altalena in cui posso sedermi, a testa in giù. E se poi cadrò pazienza, quando sarò agonizzante forse riceverò quell’unica e valida cura, l’amore. Altalena sorretta da mani che ora tremano, non ascoltano ragione, non riescono ad ascoltare nessuna strofa. Non si accetta nulla ora che non sia nostro. Nessun respiro, nessun sorriso, nessun sogno, nessuna parola, niente di niente. Ora che non posso guarire, lo ripeto, non riesco nemmeno ad ascoltare la musica. Ora che saresti tu il mio unico sfogo, non riesco nemmeno ad ascoltare la musica. Perché la musica con te è vita, senza te è devastante. Ed io che credevo fosse il mio rifugio sicuro, oggi scopro che il mio di rifugio non esiste se non c’è la presenza del tuo odore.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

16 replies

    • Anche per me. L’arrivare a dire “nemmeno la musica” era per rimarcare il “forte” che risiede dentro che ha persino il potere di non riuscire ad ascoltarla in questo momento descritto.

      Piace a 1 persona