– Se solo tu lo volessi –

Se solo volessi perdere un minuto delle tue giornate, troveresti me, lì, ad aspettare il risultato della promessa data.
Se solo volessi perdere un po di sete, la notte, per non doverti svegliare troppe volte, troveresti me, lì, su quel comodino sorretto da spine, sorgente che sgorga parole per te.

E so solo che se solo tu volessi perdere qualche chilometro per avvicinarti di più a me, per non dover stancarti troppo in tutti i dossi che fanno parte di me, le mie pure fragilità e le mie decise pretese di te, troveresti me, lì, sul ciglio ad ascoltare i tuoi lunghi passi, lì, a cercare il profumo dei tuoi sentieri.
Invece tu cosa vuoi?
Nei miei silenzi, nelle notti insonni, nelle voragini dei nostri cuori, trafitti dalle nostre vite, nel mio amore per te, nel tuo luogo e nel tuo viaggio, tu cosa vuoi?

E so solo che se solo tu volessi perdere qualche chilometro per avvicinarti di più a me, troveresti me, lì sul ciglio ad ascoltare i tuoi lunghi passi ed a cercare il profumo dei tuoi sentieri.
Invece tu cosa vuoi?

Se solo volessi perdere tutte le incertezze della vita, per acquistare la felicità, troveresti me, lì, con il mio libro in mano ad insegnarti quanto l’amore può cambiare ogni paura in coraggio.
Se solo volessi perdere la rigidità di una vita che ti ha disegnato come sbarre al cuore, per poter pretendere la tua libertà sommandola alla mia, troveresti me, lì, con un lucchetto spezzato sopra il mio corpo, lì pronta a farti vivere.

E so solo che se solo tu volessi perdere qualche chilometro per avvicinarti di più a me, troveresti me, lì, sul ciglio ad ascoltare l’arrivo dei tuoi passi ed a cercare il profumo dei tuoi sentieri.
Invece tu cosa vuoi?
Nei miei silenzi, nelle notti insonni, nelle voragini dei nostri cuori, trafitti dalle nostre vite, nel mio amore per te, dimmi cosa vuoi, di me. Dimmi che vuoi la parte di me che non riesce a stare senza di te.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

8 replies

  1. dimmi cosa vuoi di me…quante volte lo urlo di rigetto al mutismo dei suoi silenzi.
    vorrei saper far emergere come te,i sussulti del mio animo. Ma non riesco a scrivere che abbozzi di…spartiti

    "Mi piace"

      • li percepite solo voi,e riempite il vuoto del mio guscio. Mi tormenta il pensiero di non riuscire a comunicare questi miei abbozzi al mio quotidiano giro di volti. È come se irrompesse la discrepanza di un dialogo incompleto,di singhiozzi senza rime di logica

        "Mi piace"

        • E chi determina il posto della logica? Non c’è cosa più bella che il perdersi dentro parole che si possono anche solo percepire, senza il bisogno di leggerle

          "Mi piace"

          • sfugge l’ascolto dei silenzi,del goffo altalenarsi della sintassi…impolvero la mia autostima,a ragion di una logica contorta che mi designa…differente
            lo sono sempre stata,devo ritrovare quel brio che mi riscattava una speciale incompresa.
            ma ora lascio questo spazio a commenti inerenti…al tuo scritto

            "Mi piace"