– Cinquanta sfumature di Amore –

È sottile il filo che separa l’amore provato da quello fatto. In entrambi possono essere presenti più oggetti, corde, maschere, lacrime, sorrisi, attimi eterni in cui si arrivano a calpestare le nuvole. In entrambi ogni cosa può fare contemporaneamente male e bene. In entrambi tutto può prendere mille forme diverse in un solo minuto. E poi, poi c’è il gioco. Quello in cui l’amore provato versa sorrisi mentre quello fatto, lacrime salate. Un’anima che vive di sensazioni ed un corpo che si nutre di fatti. Due sfere che viaggiano su parallele infuocate, incendiando il loro stesso percorso. Ama anche il corpo si. In caso contrario non sentiremo nessun rimbalzo allo stomaco, nessun nodo alla gola, nessun cambio di temperatura. Ma quando ama il corpo non c’è riparo che tenga. Diventa insaziabile e pretenzioso. Diventa quasi irreale. Diventa geloso, capace di graffiare il cemento di un cuore per farne colare del succo dolce. Diventa assillante, nelle sue ricerche, nei suoi perché, nelle sue idee. E tutto sembra incompleto e dannatamente irrisolto se non lo si ha tra le mani. Fino a sentirlo quasi sfuggire via, su altri sapori ed altre voci. A sentirlo scivolare via, su altre colline ed altri monti. A sentirlo gettarsi via, su altre parole ed altri nomi.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

4 replies