– Il Successo –

Non sono all altezza. Sì, sono solo 1:58.. Non ho conoscenze che mi facciano da tacchi. Non ho una bellezza che mi faccia sentire a mio agio in mezzo a questa massa di giganti belli. Belli per loro stessi, belli da far rabbia nei loro soddisfatti sorrisi. Saranno veri? Questo non posso saperlo. Io rimango a testa bassa, mi sono sempre piaciute le scarpe, come tante donne, perciò, guardo le mie ogni giorno, ed ogni giorno scopro qualcosa di nuovo, una striscia, una perlina in meno, un ago di pino rimasto incastrato tra i lacci. E mentre guardo le mie scarpe ed i miei passi, per non rischiare d’inciampare, ogni tanto sento qualche mano gigante schiacciarmi un po’ la testa. Sono tremende queste corse al successo, che poi, cosa sarà mai questo successo?. Io ho sempre pensato che avere successo nella vita fosse avere l’amore di chi ti circonda e soprattutto il saperlo donare. C’è soddisfazione più grande di quella di ricevere amore da chi si ama? Con tutta la fantasia di questo mondo non riesco davvero a trovarne una di più grande. Ma bisogna non solo vivere, ma sentirsi giusti nella vita per farlo. C’è chi potrebbe dire che è tardi, Trent’anni di vita vissuti in luoghi a tratti belli, a tratti brutti, colorati e cupi, leggeri e pesanti. Ma in tutti questi luoghi non ho mai sentito il calore che provo quando ad esempio entro nella mia casa, il sapore di casa. In un giorno, all’improvviso, è caduto dal cielo per me, una creatura, caduta proprio per me, per farmi sentire giusta, per scoprire il mondo giusto per me. Non ha pagato un esperto di marketing per farlo, né mi ha comprato con il dio denaro. Ha semplicemente portato dentro me quello che da sempre ricercavo, l’amore. Dunque sarà una piccola evoluzione per i giganti ma non per me. Loro sono abituati a guardare in alto e dall’alto, bè, c’è di nuovo che tutto ciò ha fatto alzare all’insù anche il mio di naso ed ho iniziato a scoprire pian piano ogni sfumatura del cielo, le sue nuvole, le sue pecorelle, le sue piogge, i suoi grigiori come i suoi arcobaleni. Ma rimarrò sempre dove sono ora, senza il rischio di venir sopravvalutata, con la voglia di piacere a chi amo e non con l’esigenza di piacere a me stessa. Non voglio un nome d’arte, essa è riposta nel mio cassetto dei pensieri intricati. Non comprensibile e forse anche senza successo, l’importante è l’aver riconisciuto finalmente quale sia il mio posto nella vita. Esso siede tra la pagina di un foglio scritto ed un’altra pagina di un foglio bianco. Scrivo. Non pensando ad altro che scrivere. I giganti li lascio passare avanti, d’altronde con le gambe più lunghe si deve correre di meno e tutto è più facile.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

6 replies

  1. Non ti fermare, fregatene del caos che ti circonda. vai serena con il tuo passo per la tua strada… vedrai che mantenendo il tuo passo, ti accorgerai che altri abbandonano il percorso e tu riuscirai a andare avanti verso il tuo obiettivo…

    "Mi piace"

  2. ma sei bellissima!! Anch’io sono basso e adoro le ragazze basse, la bellezza non si misura in altezza, ma nella qualità delle parole e nella vitalità del corpo.
    Poi le tue parole sono vera poesia! Incantano sempre! 😉

    "Mi piace"

  3. cerca sempre all’interno ciò che conta e che fa progredire…guardare all’esterno porta solo involuzione. Quanto può essere interessante lo scritto di una persona rispetto a ciò che appare? L’apparenza davvero inganna, le parole che vengono dal cuore non mentono mai…per chi è in grado di leggerle. Complimenti!

    "Mi piace"