– Il mio, MIO Cielo –

Sei grigio oggi, cielo, come piaci tanto a me. Il vento sembra deformare le tue gote, nuvole che si prendono un po’ gioco dei tuoi pensieri. Chissà a cosa pensi, chissà se questo autunno ci rende ancora più vicini. Mi piacciono i tuoi occhi quando lacrimano, cielo, m’incanta l’odore delle foglie bagnate, le gocce risaltano ancora di più il loro colore, prendono vita, luccicano.

Un soffice e bagnato tappeto di emozioni sotto ogni albero. E per la musica chiudo gli occhi, in attesa di nuove note sulle quali poter parlare ancora ed ancora, appuntando nuove immagini, creando nuovi futuri ricordi, incidendo una nuova poesia. Come dici? Sono ripetitiva?, pazienza, in fondo credo che non smetterò mai di essere fragile, non smetterò mai di sognare l’amore, non smetterò mai di cercare di conquistare giorno per giorno un pezzettino di più di quell’ossigeno che mi tiene viva, in vita.

Sono piccola io, confronto al tuo infinito, ed è per questo che stringo l’aria tra le mani disegnando con la mente due braccia e due mani per farmi da rifugio. Toccano me e diventano rifugio sicuro. Premendo me in ogni dove confondendosi con i tuoi soffi caldi, pure ora che è autunno. Questa è pura magia, cielo. Eppure io non credevo, fino ad ora, che questo tipo di potere avesse una così tale influenza su di me. Mi disarmi, cielo. Tu e l’amore avete deciso di rapirmi. É stato semplice, non mi sono voluta opporre. Era ciò che aspettavo da quando ho capito cosa volesse dire la parola amore. Ora piovi, non lasciare asciutto nessun angolo della mia bocca. Come le onde modellano le rocce, sbattendosi ed infrangendosi addosso a loro. Così fa pure tu con me. Modellami, cielo grigio.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

6 replies