– Decido –

Decido di chiudere gli occhi, questa notte, più delle altre notti. Sono impaziente di cercare quel qualcosa che mi manca e che non trovo durante le ore del mio giorno.
Decido di dedicare il mio sonno profondo a quell’anima che costantemente mi cerca, in balia delle sue altalene, mai stanca, mai lontana.

Come una seconda pelle mi veste, prezioso il suo tempo, frastornanti i suoi passi su di me, mentre io, cammino lungo il tappeto di questo autunno che lega ogni respiro alla notte.
Come un secondo lembo, mi copre, assordante il suo eco, interminabile il labirinto delle sue emozioni su di me, mentre io, mi soffermo su di questo ramo d’autunno bagnato che slega ogni paura in questa notte.

Raggiungo il cuore di un bosco dove non esiste più nulla se non io stessa, io con questa vita che mi bussa da dentro. Un’anima che evapora dal mio volto per potermi far vedere che esiste davvero questo luogo in cui sono amata.

Più volte mi inoltro qui, in questo luogo buio per diventare sabbia mobile sotto ai piedi, per poter inghiottire ogni cosa che spaventa, per togliere ogni velo macchiato di insicurezza. Fare della libertà una spontanea vittoria.

Mi abbandono, in questa onerosa leggerezza, assorbendo ogni radice calda, portando via con me questo tardo rinvaso, in un autunno che ha preso la forma di un letto d’acqua e che ha riprodotto, nel silenzio di questo luogo, un assordante amore.

Socchiudo tutto questo al petto, lo stringo, lo faccio vita, che duri un eternità.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

2 replies