– Striscio –

Ho battuto i miei stessi limiti, credendoci. Ora, abbattuta io, sono in tanti pezzi, non riesco a contarli. E pensare che avevo tutto anche in tutte quelle impossibilità. Ma in questi giorni non conta nulla, in questi giorni è stato cancellato il cielo. Non esiste giorno o notte, non esiste musica, non esiste nemmeno il vuoto. L’aria è in bilico, io non mi sono rialzata. Striscio. Striscio verso una schiena che prima era petto. Non sento il cemento, solo chiodi, ma striscio, lo stesso.

“Una (d)onna”

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

4 replies