– La promessa –

Ci si riveste troppo spesso di parole, poco di silenzi. Essi sono spesso sia odiati che amati, sono momenti che hanno il potere di bloccare il nostro tempo, lasciandoci così con il fiato sospeso. Ed è proprio in quei brevi istanti che sentiamo il bisogno di vivere. Ci si aggrappa al cuore, organo al quale sottovalutiamo forza e determinazione. Cerchiamo promesse, dimenticando che, quelle vere, non serve trascriverle su di un pezzo di carta e nemmeno su di un anello dorato, basta sentirle vivere dentro. Basta guardare al di là del mare, non facendo caso alle onde che cercano di inghiottire ogni sicurezza, ma all’orizzonte, quello che le risalta, rispecchiando tutta la purezza che c’è nelle sue profondità. È come quando, nel mezzo del trascorso di una lacrima, ci si sente coperti da una calda e soffice pelliccia di emozioni, sembra impossibile, eppure è reale. È tutto straordinariamente reale. Ed è proprio così, non serve raccontarsi a parole. Serve solo guardarsi nei gesti.

@ElyGioia

Categorie:Senza categoria

4 replies

  1. leggendoti si capisce a fondo quanta bellezza c’è nel cuore di una donna, ci si sente parte di quella bontà, scrittori avvolto in verbi di silenzio, pronti a scrivere parole nuove su capitoli di vita mai sazi della loro infinita verità.

    Buon wek end 😉

    "Mi piace"

  2. I silenzi fanno paura, perchè costringono a guardare oltre la comunicazione effimera delle parole, ad andare fino in fondo a noi stessi ed all’altro

    Piace a 1 persona