– OPPURE, CHISSÀ –

Girovago per queste strade,
strette ed arse di te.
Chissà dove sei,
l’ho chiesto a queste mura,
cinte e pinte dei più bei colori.
Non odono.
Sorde, anche loro, alla mia voce.
Immune al dolore,
io.
Sopraffatta da questo baccano,
il tuo silenzio.
Mesi oramai passati,
occhi oramai spremuti.
Ho riempito otri.
Girovago per queste strade,
melodiose ma arse di te.
Di te che mai ci sei stato
e che mai ci sarai, tra questi colori.
Oppure, chissà
ci sarai, premendo lo stesso palmo
amando gli stessi occhi.
Non il mio,
non i miei.

ElyGioia @poeticamente_ElyGioia #pensieriscrittielygioia

35 replies