– ART SECONDA PARTE ( SECOND PART ) –

Questa mattina ho iniziato a mostrarvi alcuni degli artisti che seguo ed amo di più nell’arte surrealista, digitale e non. Eccone altri che, a parer mio, meritano davvero d’esser conosciuti. Rullo di tamburi… Jean-Luc Olivier

This morning I started showing you some of the artists that I follow and love most in surrealist art, digital and otherwise. Here are others that, in my opinion, really deserve to be known. Drum roll … Jean-Luc Olivier

Artista nato nel 1964 e che scelse l’arte come modo per esprimere i suoi sentimenti e le sue emozioni. I suoi dipinti ad olio allegorici e acrilici riflettono la sua predilezione per un linguaggio simbolico. Nel corso degli anni si è dedicato anche alla pittura di ritratto ed in questa esperienza ha sviluppato il suo stile personale ritratto, caratterizzato da una colorazione quasi monocromatica in morbidi colori beige e marrone, su tele create appositamente. Jean-Luc Oliier da sempre ci mostra il suo interesse per l’era “Woodstock”. Come non apprezzare le sue opere?.

Artist born in 1964 and who chose art as a way to express his feelings and emotions. His allegorical and acrylic oil paintings reflect his fondness for a symbolic language. Over the years he has also dedicated himself to portrait painting and in this experience he has developed his personal portrait style, characterized by an almost monochromatic coloring in soft beige and brown colors, on specially created canvases. Jean-Luc Oliier has always shown us his interest in the “Woodstock” era. How can we not appreciate his works?

Ora è il momento di Jenny Munkler, autodidatta surrealista nata vicino al confine belga-lussenburghese nel 1948. Le sue opere sono realizzate con pittura acrilica e ad olio. Ecco alcune delle sue più belle illustrazioni!

Now is the time for Jenny Munkler, a surrealist self-taught born near the Belgian-Luxembourg border in 1948. His works are made with acrylic and oil painting. Here are some of his most beautiful illustrations!

I don’t know about you but this work gives me the idea of four seasons, represented in a post-modern key, in their different colors and characters. A bit like the four seasons of love. Non so voi ma quest’opera mi dà l’idea di quattro stagioni, rappresentate in chiave post-moderna, nei loro diversi colori e caratteri. Un po’ come le quattro stagioni dell’amore.

CATRIN WELZSTEIN artista dalle infinite sfumature. Surrealismo e magia, dolcezza ed umanità, fantasia e sogno. Le sue opere contengono vere e proprie storie, tra simbolo e resoconto onirico. L’artista Americana ( Californiana per la precisione ) è anche madre a tempo pieno. CATRIN WELZSTEIN artist of infinite shades. Surrealism and magic, sweetness and humanity, fantasy and dream. His works contain real stories, between symbol and dream account. The American artist (Californian to be precise) is also a full-time mother.



Una maestra nel campo della digital art. A teacher in the field of digital art.

E, per concludere questa seconda parte, ecco lei con le sue opere, sempre ricche di dettagli, che vengono raccolte da prestigiose collezioni pubbliche e private in tutto il mondo! Il suo stile è stato paragonato alle illustrazioni fotorealistiche di Audbon. Vi parlo di Adonna Kahre.

And, to conclude this second part, here is her with her works, always rich in details, which are collected from prestigious public and private collections all over the world! His style has been compared to Audbon’s photorealistic illustrations. I speak to you of Adonna Kahre.

Le sue opere sono disegni a matita in larga scala. His works are large scale pencil drawings.

His designs are not pre-programmed, but evolve through Khare’s experiences with people and the absurdities of life. The result is a group of drawings in which animals coexist in a world beyond ours and are inexplicably linked together, often not by choice.

I suoi disegni non sono pre-programmati, ma mutano attraverso le sue esperienze con le persone e tra le assurdità della vita. Il risultato è un gruppo di disegni in cui gli animali coesistono in un mondo oltre il nostro e sono inspiegabilmente legati insieme, spesso non per scelta.

Spero che anche questa seconda parte, dedicata a questo meraviglioso mondo dell’arte, vi sia piaciuta.

ElyGioia https://instagram.com/poeticamente_elygioia?igshid=1vkuu8tklofmw #pensieriscrittielygioia

https://www.youtube.com/channel/UCZfVMpHuBI05b9Uy-bOl_hQ