– LA FOLLIA DENTRO ( the madness within himself ) –

Illustrazione di #velmock

Sono follemente innamorata della forza dell’amore. Essa sradica le più dure radici, le rende sensibili, teneramente capaci, ferocemente dolci. Amo la follia. In effetti, non esiste pazzia che io non abbia conosciuto dentro il mio cuore. Abitano tutt’ora l’una sopra l’altra, tra queste mie pareti fatte di carne. Alle volte bussano, altre graffiano, ma è in questo modo che si può sentire la vita scorrere dentro. Non mi lamento. Vivo. Ci sono giorni in cui tutte queste dannate emozioni mi scombussolano persino le mani. Si morsicano, neanche fossero denti. Si masticano, assieme a tutti quei voraci pensieri che rotolano da una parte all’altra della mente. È proprio in mezzo a quest’alternanza di grigi, neri e rossi, che schizza dall’anima il mio miglior inchiostro. Dunque, mi piace essere un po’ folle. La follia triste poi, in me, è capace d’evaporare formando nuvole soffici sulle quali la gente può trovare un leggero riposo. Questo mio provare sempre così forte, sempre agli estremi, mi rende anche un po’ libera. D’altronde, cosa sarebbe l’amore senza libertà? E cosa sarebbe la libertà senza amore?. Sarebbero come due metà, sole, incomplete, costantemente alla ricerca della felicità, condannate solo all’assorbimento di ciò che offre questo malato mondo.

I am madly in love with the power of love. It uproots the hardest roots, makes them sensitive, tenderly capable, fiercely sweet. I love madness. In fact, there is no madness that I have not known inside my heart. They still live one above the other, between these walls of mine made of flesh. Sometimes they knock, others scratch, but this is how life can be felt inside. I’m not complaining. I live. There are days when all these damn emotions mess up even my hands. They bite, even if they were teeth. They chew, along with all those voracious thoughts that roll from one part of the mind to the other. It is in the midst of this alternation of grays, blacks and reds that my best ink splashes from my soul. So, I like to be a little crazy. The sad madness then, in me, is capable of evaporating forming soft clouds on which people can find a light rest. This trying always so hard, always at extremes, also makes me a little free. On the other hand, what would love be without freedom? And what would freedom be without love? They would be like two halves, alone, incomplete, constantly in search of happiness, condemned only to the absorption of what this sick world offers.

@elygioia #pensieriscrittielygioia

https://instagram.com/poeticamente_elygioia?igshid=1xug594t10e1b

https://www.youtube.com/channel/UCZfVMpHuBI05b9Uy-bOl_hQ

1 reply

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...